civate
il comune di Civate presenta
4seasons

Il Portale della Cultura
e del Tempo Libero
del Comune di Civate

4 Seasons - Il Portale della Cultura
2
Giu
    FESTA DELLA REPUBBLICA

Il Comune di Civate celebra anche quest’anno la Festa della Repubblica con la consegna delle Costituzioni ai ragazzi nati nel 1999, che compiono 18 anni nel corso del 2017.

Si rinnova così la tradizione della Festa dei diciottenni, istituita nel 2011 con lo scopo di tramandare alle nuove generazioni quei fondamentali valori di libertà, solidarietà ed eguaglianza che hanno guidato le scelte dei  Costituenti e accompagnato e promosso la crescita della democrazia nel nostro Paese.

Il programma della giornata prevede:

- ore 17.30, presso il Chiostro di S. Calocero, CONCERTO PER LA COSTITUZIONE con il Coro Alpino di Canzo;

- ore 18.00 consegna della Costituzione Italiana ai ragazzi nati nel 1999 con intervento del Sindaco e delle Autorità presenti

- ore 19.30 Pizza tricolore presso la Sede del Gruppo Alpini di Civate

L’evento è organizzato in collaborazione con la Fondazione Casa del Cieco di Civate, l’Avis di Valmadrera, il gruppo Alpini di Civate e il gruppo Alpini di Canzo.

 
 
4
Giu
    I LUOGHI DELL'ADDA - SPETTACOLO TEATRALE

La rassegna teatrale I luoghi dell’Adda, farà tappa anche a Civate domenica 4 giugno alle ore 21.15 presso il Complesso di S. Calocero con CAPITAN BRIANZA E IL DESTINO DI DONNA GIOVANNA (di e con Davide Colavini, musiche Luca Maciacchini, regia Michela Marelli, disegno luci Nicolò Leoni, traduzioni Alfredo Colombo).


Capitan Brianza è un uomo onesto che vive in questa tranquilla zona d’Italia con le problematiche di sempre: guadagnarsi la stima, il rispetto e la tranquillità economica, valori da sempre tramandati. Un’esistenza agiata, ma pacata e ripetitiva e in provincia, si sa, non succede mai nulla perché il tempo passi veramente. Donna Giovanna è invece figlia della prima immigrazione in Lombardia, quella del dopoguerra, costituita da veneti e friulani in miseria alla ricerca di fortuna o solo sopravvivenza; la sua, al contrario, è una vita adrenalinica, tumultuosa ed affamata.
In uno spazio temporale ben preciso, queste e altre vite si incrociano quasi per caso affrontando cronache e vicissitudini (la diossina di Seveso, il vino al metanolo, il funerale di Lucio Battisti). Mentre la provincia si prepara, lentamente, a un’inesorabile processo di cambiamento, Capitan Brianza invecchia e si chiede cosa resta della fatica di un uomo e della passione per il suo lavoro.

Alle ore 20.00, prima dello spettacolo, sarà effettuata una visita guidata del Complesso di S. Calocero a cura dell’Associazione Luce Nascosta (€ 3,00 a persona).

Ulteriori informazioni: www.teatroinvito.it; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; 346.5781822

 
20
Mag
    INCENERISKA

Sabato 20 maggio, il Circolo Arci Bellavista di Civate, presenta INCENERISKA evento all’insegna della buona musica e dell’approfondimento ambientale, organizzato in collaborazione con il “Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero”, per accompagnare il forno alla sua dolce fine dicendo "NO!" al teleriscaldamento.


Ore 21: la serata prevede un momento informativo del Coordinamento che presenterà con una relazione e un breve filmato le proprie attività e iniziative sul territorio.
Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero; https://leccorifiutizero.wordpress.com/
Ore 22: a seguire salirà sul palco del Bellavista la storica band lecchese Cantiniero che farà saltare tutto il circolo con trombe, tamburi e ritmo in levare.
Ore 23.30: la serata si concluderà con la super-selecta di DJ NOCHO, che con la sua carica di entusiasmo e la giusta dose di ignoranza è pronto a far alzare dalla sedia anche i più timidi.

SALUTE
Il forno brucia anche quel che non dovrebbe - più del doppio dei rifiuti prodotti in provincia di Lecco ogni anno. Impossibile nascondere le conseguenze di un'aria poco pulita.

STUPIDO
Il concetto di teleriscaldamento è ormai obsoleto. Se andiamo a calcolare i costi (circa 80 MILIONI di euro) e l'effettiva resa dell'impianto ci accorgiamo che il gioco non vale la candela, per non parlare dell'invasività dei lavori di posa delle tubazioni che partiranno da Valmadrera e termineranno a Lecco passando sotto il lago.

S.I.L.E.A. E' PUBBLICA
S.I.L.E.A. è una società pubblica, abbiamo tutti il diritto di poter dire la nostra. I sindaci della provincia di Lecco sono i nostri rappresentanti, sensibilizziamoli.

RICICLARE E' IL FUTURO
Quelli che noi chiamiamo quotidianamente "rifiuti" in realtà non lo sono. Una bottiglia, una lattina, un tappo, ecc. non perde il suo valore quando viene messa in un sacco. L'uomo potrebbe riutilizzare più del 90% dei "rifiuti".
 
 
11
Mag
    IL SENSO DELLA LIBERTA' - GIGI ALIPPI
Il Comune di Civate e la SEC organizzano un appuntamento serale per permettere a tutti gli appassionati di escursionismo e non di avvicinarsi alla figura di Gigi Alippi.
Sarà proiettato il docufilm “Il Senso della Libertà” di Paola Nessi e curato da Stefano Alippi in cui il noto Ragno della Grignetta racconta non senza emozione il senso del suo alpinismo, delle importanti amicizie con le quali l'ha condiviso e il suo "Senso di Libertà".
Introduce e modera la serata Alberto Benini.

L'incontro si terrà giovedì 11 maggio alle ore 20.45 presso la Sala Civica di Villa Canali a Civate, in via Cà Nova, 1.

Ingresso libero.
 
12
Mag
    OGGI NON SO LEGGERE - La storia di Pinocchio per bambini, ragazzi e famiglie

Il Comune di Civate, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale di Civate, presenta lo spettacolo OGGI NON SO LEGGERE - La storia di Pinocchio con Giuseppe Adduci e Sulutumana (testo e regia di Giuseppe Adduci) che si svolgerà venerdì 12 maggio alle ore 21.00 presso la palestra delle scuole di Via A. Longoni

Lo spettacolo che andrà in scena, sarà il frutto di una settimana di laboratori teatrali con i Sultutumana e Giuseppe Adduci che coinvolgeranno tutti gli alunni di tutte le classi della scuola primaria di Civate!

Pinocchio è la storia per bambini più conosciuta al mondo. Le vicende del burattino di legno (in realtà si tratta tecnicamente di una marionetta) segnano simbolicamente il rito di passaggio dall’età infantile – errabonda, alla ricerca di identità e di percorsi strutturali – a quella della giovinezza.
Il percorso, si sa, non è agevole, ma l’aiuto degli adulti (a volte anche quelli apparentemente cattivi, quali Mangiafuoco, o pedanti come il Grillo) sorregge l’infanzia e le tende la mano (inutile ribadire l’efficacia parentale di Geppetto e della Fata).

L’intento dello spettacolo, per cui sono state scritte alcune canzoni originali che rispecchiano la struttura narrativa della vicenda del burattino di legno, è quello di condurre adulti e bambini a una visione panoramica dall’alto del loro stesso mondo, delle paure e delle soluzioni proposte dalla morale e dalla cultura sociale in cui vivono, come hanno vissuto i propri padri.
L’originalità sta nella struttura semi-concertata del percorso narrativo.

Tra le canzoni si inserirà il racconto del celeberrimo testo Pinocchio di Collodi, adattato per lo spettacolo, in un continuum ininterrotto, cucendo un brano canoro all’altro.
I bambini che diventano protagonisti saranno continuamente stimolati dall’attore in scena e dal gruppo musicale a partecipare allo sviluppo della trama narrativa, facendo in modo che essi possano considerarla anche un po’ propria e nascente in loco.

Uno spettacolo da vedere, da ascoltare e da cantare, che farà commuovere e riflettere e che trascinerà l’ascoltatore nelle atmosfere della favola italiana per eccellenza, facendone assaporare i colori, gli ambienti, gli sguardi e le emozioni.

 
 


Pagina 2 di 58